All for Joomla All for Webmasters
La ginnastica posturale

  

Guarire con la postura - il Metodo Marino

 

Cos’è?

Nasce dagli studi e dall’esperienza del Dott. Fabio Marino, da anni impegnato nella ricerca in Posturologia. Un metodo che fonda le sue radici nel concetto di globalità corporea, nella relazione reciproca fra le diverse entrate recettoriali del Sistema Tonico Posturale (piede, occhio, labirinto, ecc.).

 

“La postura è un sistema circolare. Come in un cerchio non sappiamo dove si trovino inizio e fine. La medicina classica cade nell’errore di cercare la causa del problema laddove si manifesta il sintomo, dimenticandosi della globalità del sistema. L’unico modo razionale e veramente efficace di agire è riarmonizzare l’intero cerchio.” Fabio Marino

 

Come funziona?

Tutto inizia con la valutazione posturale. Il dolore non è più ostacolo e nemico da combattere ma invece va compreso, ascoltato, non è altro che un messaggio inviatoci dal nostro corpo per aiutarci a comprendere che qualcosa non va. La visita podoposturale va alla ricerca del dolore per scoprirne le cause, valutando le diverse entrate recettoriali del Sistema Tonico Posturale. Ad un’approfondita anamnesi e analisi posturale con i diversi test seguirà la valutazione strumentale con esami diagnostici all’avanguardia di ultima generazione e non invasivi, come la baropodometria elettronica computerizzata e la stabilometria.

 

                                                   

 

 

 Ciascun paziente può essere così introdotto ad un piano terapeutico e rieducativo personalizzato. La migliore metodologia per agire sulla globalità psico-corporea è quella della ginnastica posturale. 

Non più una ginnastica “correttiva”, termine arcaico e desueto per indicare quegli esercizi di correzione forzata cui spesso erano costretti bambini e adolescenti, quanto invece una ginnastica posturale “conoscitiva”, in cui gli elementi cardine sono quelli di controllo, coordinazione ed equilibrio.

“Solo attraverso la più profonda e completa conoscenza del proprio corpo ci si può incamminare per la strada della salute.” Fabio Marino

Il paziente impara a conoscere, ascoltare e controllare meglio il proprio corpo, lavorando contemporaneamente su tutti i principali recettori del Sistema Tonico Posturale, dal piede fino agli occhi. Non più solo muscoli, ma una ginnastica che permette realmente di conoscersi fino in fondo, migliorando inoltre il controllo respiratorio, gli stati d’ansia e le emozioni.

Non è un caso che centinaia di persone seguano ogni anno il Dott. Marino nei suoi corsi di formazione in tutta Italia.

 

                                             

 

Ciò che rende ancora più unica questa metodologia è il prolungamento della stimolazione ottenuta attraverso la ginnastica posturale anche nelle successive ore della vita quotidiana, perfino quando riposiamo a letto. 

Alla fine di ogni seduta di ginnastica posturale vi è l’applicazione del Taping posturale. La specifica applicazione del taping in ambito posturale proposta dal Dott. Marino ha lo scopo di facilitare i processi di autocontrollo e consapevolezza corporea, agendo sulla muscolatura posturale, coadiuvando gli effetti ottenuti attraverso la ginnastica con una specifica azione propriocettiva ed esterocettiva sui tessuti.

 

Il taping posturale, a tal proposito, è in grado di prolungare gli stimoli esterocettivi e propriocettivi anche al di fuori della seduta di ginnastica posturale, potenziandone sostanzialmente l’effetto, immergendo il soggetto in un “bagno senso-percettivo” per portarlo ad un’autocorrezione spontanea, attraverso la “destrutturazione” e “ricostruzione” del suo schema corporeo.

 

Non meno importante è l’utilizzo della soletta podoposturale che permette un riequilibrio ascendente delle catene muscolari, attraverso una riorganizzazione del processo a livello recettoriale e somato-sensitivo e quindi non solo ricercando una correzione meccanica passiva.

L’azione dell’energetico UR e dei rilievi estero-propriocettivi (inferiori a 2 mm di spessore) determina una stimolazione sensoriale riflessa dei muscoli intrinseci del piede e quindi della catena muscolo-connettivale corrispondente, con modulazione del tono dei muscoli stessi e delle tensioni delle fasce e dei legamenti. Non agiamo modificando drasticamente il sistema ma lo informiamo. L’informazione veicolata dai recettori podalici è in grado così di riorganizzare e riarmonizzare la postura nel suo complesso.

Attraverso la ripetibilità a distanza di tempo dei diversi test e dell’esame baropodometrico e stabilometrico è possibile quantificare i risultati ottenuti, con enorme benefico per il paziente.

 

 

Per cosa è efficace?

Alterazioni posturali

Problemi di equilibrio

Piede piatto e piede cavo

Scoliosi

Mal di schiena

Ansia e blocco del diaframma

Dolori articolari

Problemi circolatori

Cefalee