Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Core stability che cos'è ? 

In ambito sportivo è sempre più frequente sentire parlare di Core stability. Se da un lato la traduzione italiana del termine stability risulta essere pressoché immediata, lo stesso non vale per il termine Core, letteralmente centro, cuore (in senso figurato), nucleo, ecc.

 

In molti identificano il Core semplicemente con la muscolatura addominale, questo è vero solo parzialmente. Si identifica, invece, tutta la fascia centrale del corpo umano che include il complesso coxo-lombo-pelvico. Rappresenta un punto di reazione stabile per il resto del corpo o più semplicemente possiamo descriverlo come " il centro funzionale del corpo".

Il miglioramento del tono di questi muscoli, oltre a garantire un corretto equilibrio funzionale nel corso di tutte le attività quotidiane, protegge attivamente il rachide lombare, quello che più spesso risulta sofferente, migliorando la postura e l'equilibrio.

 

 La fitball che cos'è?

Sostanzialmente la fitball è un attrezzo di forma sferica in PVC, reperibile in varie dimensioni (tra i 40 e i 75 cm di diametro). La fitball nasce prevalentemente per l’utilizzo in posizione seduta, successivamente con l’exploit nell’ambito del fitness le posizioni si sono diversificate. La caratteristica principale, che rende la fitball un attrezzo unico, è la sua instabilità dovuta alla forma sferica. Il soggetto che la utilizza è costretto a continui aggiustamenti posturali allo scopo di mantenere l’equilibrio. Tali aggiustamenti coinvolgono quella muscolatura che, proprio per le abitudini moderne, tende ad essere più pigra ed ipotonica. I propriocettori muscolari vengono maggiormente attivati dall’effetto dinamico della palla, per determinare le contrazioni muscolari necessarie a compensare le improvvise variazioni della posizione del corpo nello spazio e a mantenerlo sempre in equilibrio.

Esercizio 1

Con l'appoggio sulle dita dei piedi, gomiti e avambracci poggiati sulla fitball. Formate una linea retta con il corpo rispettando il fisiologico allineamento delle curve della colonna. Mantenete la posizione per un tempo variabile fra i 30-60 secondi.

 

Esercizio 2

 

Con l’appoggio in punta di piedi, posizionarsi con l’addome sopra la fitball, incrociare le mani dietro la testa con i gomiti flessi. Da questa posizione inspirare e sollevare lentamente il busto fino a formare un’unica linea con la parte inferiore del corpo, espirare e tornare alla posizione iniziale. L’esercizio può essere reso più intenso mantenendo il busto sollevato per un paio di respirazioni. Il numero di ripetizioni è variabile in base all’esecutore, da un minimo di 3 ad un massimo di 12.

 

Esercizio 3

Posizionatevi con l'addome ed il torace in appoggio su una fitball, con le punte dei piedi in appoggio a terra. Da questa posizione inspirate e sollevate il torace fino all'altezza dello sterno aprendo bene braccia e spalle, focalizzando il lavoro fra le scapole. Espirate e tornate lentamente alla posizione iniziale. L'esercizio può essere reso più intenso restando in posizione per un paio di respirazioni. 

 

 In un articolo successivo esamineremo altri tre esercizi con la schiena in appoggio sulla fitball. 

Breve presentazione

Dottore con lode in Scienze Motorie e in Podologia, specializzato nel Master in Posturologia presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti. È autore di quattro libri, ha scritto decine di articoli scientifici su siti e riviste specializzate. Docente in Terapia Fisica Strumentale. Per ginnastica posturale con plantari su misura chiama Podologo Catania Continua a leggere

Ultimi Articoli

Scritto il 15 Luglio 2020

Postura Corretta

Scritto il 29 Luglio 2020

La ginnastica posturale: le scoliosi ...

Scritto il 15 Luglio 2020

Il plantare fa miracoli?

Scritto il 17 Giugno 2020


Leggi tutte le notizie

Search

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie policy. Cliccando sul pulsante Acceta, acconsenti all’uso dei cookie.