Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 Fascite plantare

la fascite plantare è un processo infiammatorio

 

Argomenti: #fasciteplantare #massaggio #ortesiplantare #taping

 

Che cos’è?

La fascite plantare è un processo infiammatorio a carico del cosiddetto legamento arcuato, noto anche come aponeurosi plantare o fascia plantare.

La fascia plantare è una fascia particolarmente robusta costituita da tessuto fibroso, questo origina dal calcagno e si inserisce su tutte le falangi prossimali. La fascia ricopre un ruolo molto importante nella trasmissione del peso del corpo durante le fasi della deambulazione.

Sia anatomicamente che funzionalmente, la fascia plantare presenta una continuità con il tendine d'Achille. E' una patologia molto frequente, circa il 10% di tutte le patologie a carico del piede.

Le cause principali sono connesse a microtraumi ripetuti nel tempo che interessano il legamento arcuato, ma anche un eccessiva sollecitazione del tallone provoca infiammazione dei fasci.

Lo sport è uno dei principali fattori di rischio. In particolare chi pratica sport come il running, basket, salto in lungo, aerobica e in generale tutti quegli sport in cui per via del movimento ripetuto sollecitano eccessivamente la fascia plantare. In questo caso è molto frequente trovare associato a fascite anche  tendinite, ovvero un infiammazione dei tendini sottoposti a stress eccessivi.

Anche gli individui sovrappeso o obesi corrono un rischio maggiore di sviluppare la fascite plantare a causa della forte pressione esercitata sul legamento, soprattutto in caso di aumento improvviso di peso.

 

(!) Anche le donne in gravidanza sono soggette a questo problema, soprattutto nel periodo finale della gestazione.

 

La fascite plantare, inoltre, colpisce gli individui che, svolgono un lavoro per il quale devono rimanere in piedi a lungo, come operai e camerieri o che conducono una vita attiva e hanno un età compresa tra i 40 e 70 anni, con un incidenza leggermente superiore tra le donne.

Ma anche patologie a carico del piede come, come il piede piatto o cavo, hanno una maggiore possibilità di sviluppare la fascite a causa della condizione anatomica del piede.

 

La sintomatologia è molto dolorosa e può peggiorare durante il riposo notturno (appena scesi dal letto), a volte il dolore si percepisce al centro del tallone, altre volte sotto la pianta del piede a volte risale fino a dietro la gamba.

 

Fascite plantare rimedi

Il trattamento della fascite plantare si basa sul riposo iniziale e sul controllo dell'infiammazione.

 

√. Riposo: sospendere gli allenamenti per qualche settimana ed evitare di camminare o di rimanere in piedi troppo a lungo, specie su superfici rigide. Il riposo nella fase iniziale ha lo scopo di alleviare il dolore o ridurre l'infiammazione, evitando la cronicizzazione. Nei casi più gravi in cui il dolore è più intenso si possono usare anche le stampelle per scaricare completamente il piede.

√. Ghiaccio: particolarmente utile quando insorgono fitte dolorose poiché favorisce l'attenuazione di alcuni sintomi tipici della fascite plantare come il dolore al tallone.  Applichiamo del ghiaccio non al contatto diretto con l'epidermide sulla zona dolente per circa 10 minuti per 3, 4 volte al dì.

√. Massaggio: iniziamo a massaggiare tutta la fascia plantare facendo delle frizioni molto leggere e poi sempre più profonde partendo dal centro del piede verso l'estremità e poi portando le falangi del piede in flessione dorsale friziono dalla base di quest'ultime fino alla base del calcagno.

Molto importante è anche il massaggio profondo trasverso in cui andiamo a posizionare il dito, gomito o le nocche sulla zona interessata e facciamo delle pressioni e frizioni perpendicolari alle fibre della fascia plantare. Questo massaggio causa un aumento dell'iperemia locale, aumentando cosi la velocità di eliminazione delle sostanze infiammatorie.

 

- Terapia ortesica plantare: la realizzazione di un’ortesi plantare personalizzata consente di scaricare le aree di iperpressione podaliche che conseguentemente portano all’infiammazione dei tessuti e alla fascite.

 

 

- Taping neuromuscolare: La particolare applicazione decompressiva del taping permette di ottenere risultati immediati nella sintomatologia acuta. 

Fascite plantare rimedi

 

Dott. Izzo Armando 

 

Laureato in scienze e tecniche delle attività preventive ed adattate presso l'Università degli studi di Cassino e del Lazio meridionale con votazione di 108/110, specializzato in ambito posturale attraverso il metodo canali system e RPI (riequilibrio posturale integrato), Istruttore di Kinesiopilates e massoterapista.

 

 

Breve presentazione

Dottore con lode in Scienze Motorie e in Podologia, specializzato nel Master in Posturologia presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti. È autore di quattro libri, ha scritto decine di articoli scientifici su siti e riviste specializzate. Docente in Terapia Fisica Strumentale. Per ginnastica posturale con plantari su misura chiama Podologo Catania Continua a leggere

Ultimi Articoli

Search

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie policy. Cliccando sul pulsante Acceta, acconsenti all’uso dei cookie.