Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Il bacino è il fulcro essenziale o ponte di collegamento delle forze che agiscono sul corpo per tenerlo in equilibrio in posizione eretta, facendo da tramite di passaggio fra tronco e arti inferiori. Un bacino rigido o fuori asse può comportare diverse problematiche che creano compensi posturali in tutto il corpo. Con il passare del tempo questi compensi portano ad errate posture che successivamente si  stabilizzano potendosi trasformare prima in contratture e poi in dolore fino a degenerazioni discali. 

Le abitudini moderne ci portano spesso ad assumere posizione in retroversione del bacino, con conseguente appiattimento o inversione della curva lombare.   

                                                                                               

Perfino alcune discipline sportive non sfuggono a questa regola e tantissime attività lavorative in cui è costante la posizione seduta con l'inversione lombare. 

 

                                               

E' essenziale garantire una corretta mobilità del bacino, due esercizi di ginnastica posturale vengono in nostro soccorso. 

 

Esercizio 1

Dalla posizione quadrupedica con ginocchia e mani in appoggio
all’altezza delle spalle, con un angolo di circa 90° fra coscia e addome:
in inspirazione estendere la colonna portando lo sguardo in avanti e il bacino in antiversione,
in espirazione flettere la colonna formando una
convessità verso l’alto con lo sguardo rivolto in basso. Eseguire l’intero movimento lentamente per 10 volte.

 

                       

 

Esercizio 2

Dalla posizione supina con braccia lungo i fianchi, gambe flesse e
la pianta dei piedi poggiata a terra: espirando portare lentamente entrambe
le gambe verso il petto e avvolgerle dolcemente con le braccia e
le mani. Sentire come in questa posizione la colonna vertebrale aderisce perfettamente al pavimento ed il tratto lombare è appiattito.

Mantenere questa posizione per 3 respirazioni complete
per poi inspirare poggiando i piedi a terra e distendere le braccia indietro. Ora le curve della colonna sono maggiormente aperte ed il tratto lombare si stacca dal pavimento.
Mantenere questa nuova posizione per 3 respirazioni e ripetere l’esercizio
per 5 volte.

                       

Breve presentazione

Dottore con lode in Scienze Motorie e in Podologia, specializzato nel Master in Posturologia presso l’Università La Sapienza di Roma con il massimo dei voti. È autore di quattro libri, ha scritto decine di articoli scientifici su siti e riviste specializzate. Docente in Terapia Fisica Strumentale. Per ginnastica posturale con plantari su misura chiama Podologo Catania Continua a leggere

Ultimi Articoli

Search

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie policy. Cliccando sul pulsante Acceta, acconsenti all’uso dei cookie.